#
# #

ERETUM RE GROUP S.R.L.S., Agenzia immobiliare a Monterotondo (RM)


#
Via Giacomo Matteotti n.37 - Monterotondo (RM)
Telefono +39 0686602293
Fax 1782748228
Cellulare +393290729147
www.coldwellbanker.it
monterotondo@coldwellbanker.it
P.IVA 13561541007

Staff


Descrizione

Monterotondo è un comune di circa 41.000 abitanti dell’area metropolitana di Roma Capitale nel Lazio. Sorge su un colle della valle del Tevere, tra due antiche vie consolari, la via Nomentana e la via Salaria e dista dal centro di Roma circa 25 km.

E’ un Comune in costante espansione sia per il clima gradevole che per i servizi offerti alla cittadinanza: il Treno Metropolitano che conduce alla Stazione di Roma Tiburtina (da cui si dirama la rete della Metro di Roma) e all’Aeroporto di Roma Fiumicino, lo svincolo autostradale della A1 ROMA-FIRENZE, per la presenza delle scuole primarie e secondarie, l’ospedale SS Gonfalone, gli stadi comunali Fausto Cecconi e Ottavio Pierangeli, lo stadio del Nuoto, il Palazzetto dello Sport, la pista ciclabile con l’area Fitness, il centro commerciale, il teatro Ramarini, il cinema, le numerose associazioni culturali, ristoranti di ottimo livello e locali notturni ritrovo della gioventù eretina.

Poco distante dal centro abitato si estende la campagna formata dalla Macchia del Barco e la Macchia di Gattaceca, dalla campagna di Tor Mancina e da quella di Valle Ricca.

La origini della città secondo Tito Livio e Plinio si collocano dall'antica città sabina di Eretum, la cui storia risale tanto indietro quanto quella di Roma stessa. Virgilio cita Eretum tra le città latine che si armarono contro Enea. Eretum è ricordata dagli storici antichi come teatro delle lotte tra romani e sabini in età monarchica. Battaglie presso Eretum si combatterono secondo lo storico Dionisio, sotto i regni di Tullo Ostilio e di Tarquinio il Superbo e poi ancora nella prima età repubblicana.

L'area dell'attuale città venne però abitata in modo più massiccio a partire dai secoli decimo e undicesimo quando si originò l'abitato medievale.

Tra le famiglie reggenti di Monterotondo si ricordano la famiglia dei Capocci, gli Orsini (Clarice sposa di Lorenzo il Magnifico), i Barberini, i Grillo. Nel Centro Storico, dove sorge imponente il Palazzo Comunale, si possono vedere le testimonianze lasciate nel susseguirsi degli anni.

Il 26 Ottobre del 1867, nella Campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma, Giuseppe Garibaldi vi entrò con i suoi volontari bruciando Porta Romana (Porta Garibaldi). Oggetti e documenti a loro appartenuti sono a Mentana nel Museo nazionale della Campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma.

Nel 1943 Palazzo Orsini-Barberini fu quartier generale dello Stato Maggiore del Regio Esercito Italiano. Il 9 settembre 1943, a seguito dell'armistizio con gli angloamericani, i tedeschi con un lancio di 800 paracadutisti ne tentarono la cattura. La sede fu contesa strenuamente dai reparti italiani e costò ai tedeschi la perdita di 300 paracadutisti. Monterotondo è stata onorata della Medaglia d’oro al Valore Militare.

EDIFICI DI INTERESSE STORICO CULTURALE :

Palazzo Orsini-Barberini (1400)

Basilica di Santa Maria Maddalena (1630)

Convento dei Frati minori Cappuccini (1609)

Chiesa di San Rocco (1500)

Porta Garibaldi (1751)

Piazza dei Leoni (1845)

Pincetto (1903)

La Passeggiata

Piazza dell'Orologio

Museo Archeologico Territoriale

FESTE EVENTI E SAGRE

Sant’Antonio Abate

Tra le feste principali è quella di Sant'Antonio abate, la più sentita da tutta la popolazione locale, meta di turisti da ognidove e caratterizzata da una settimana di festeggiamenti in onore del santo con la processione, la benedizione degli animali, la fiaccolata (Torciata), la Cavalcata (con centinaia di cavalli), i fiaschetti del vino (le Cupelle), le ciammelle a zampa (Tipico prodotto eretino), le Coppiette (carne di cavallo/maiale essiccata), la broccolata (pietanza a base di broccoli)

Patroni, La patronale (Santi Filippo e Giacomo)

La Ciummacata (sagra delle lumache)

Sagra della Panzanella

L’Estate Eretina

Festa di San Michele

Festa di San Gabriele

Sagra Dell’Arrosticino di Pecora

Festa dell’Estate

Sagra della Fava e del Pecorino

Rievocazione Storica dei Fasti D’Autunno

Monterocktondo

Mercato Dell’Antiquariato

Festival del Cinema “Sagra delle Cerase”

URBANISTICA

Monterotondo è suddivisa in due macroaree: Monterotondo Centro e Monterotondo Scalo (Stazione FS)

Area di Monterotondo: si divide in diversi quartieri (o Rioni): Centro Storico, Santa Maria, San Rocco, Cappucini, Crocetta, Spineti, Tufarelle, La Fonte, San Matteo, San Luigi e San Martino.

Il Centro Storico – il borgo antico, sito su un'altura che nel medioevo ha dato il nome all'abitato è il cuore pulsante della città per la presenza nei vicoletti di numerosi negozi, locali notturni, pub, ristoranti e cockatil bar.

Santa Maria - Rione storico della città, prende il nome dalla chiesa della Madonna delle Grazie.

Cappuccini - È la zona più elegante, adiacente alla chiesa dei Cappuccini o di San Francesco, la quale ospita un preziosissimo giardino, polmone verde all'interno della città. È uno dei rioni storici che compongono il centro cittadino ed è prettamente residenziale. Forma un unico quartiere con il Rione San Matteo, il Rione Sant'Angelo e il Rione La Torraccia.

Spineti - Si trova presso la chiesa di Gesù Operaio ed è una zona abbastanza recente con palazzi moderni e grandi ville. Zona agricola fino agli anni '60, è abitata perlopiù da popolazione di origine abruzzese. Forma un unico quartiere con il Rione Tufarelle e il Rione La Fonte, in cui si trovano i più importanti impianti sportivi cittadini, come lo Stadio Fausto Cecconi e lo Stadio del Nuoto, nonché sede di istituti scolastici.

Area di Monterotondo Scalo: Questa frazione, posta ai piedi del comune di Monterotondo, si sviluppò in seguito alla costruzione della stazione ferroviaria che fu inaugurata il 28 aprile del 1864. E’ un'ampia zona residenziale in continuo sviluppo e un'importante zona commerciale e industriale del centro Lazio. Anch'esso si divide in alcuni quartieri e Rioni: Pie'di Costa, Borgonovo e Torre Mancina.

Pie'di Costa- È’ una frazione di Monterotondo che, come dice il nome stesso, si trova ai piedi della costa delle colline che si affacciano lungo la valle del Tevere. È la porta d'ingresso alla città, posta interamente sulla via Salaria e sul vecchio tracciato della Nomentana, Fanno parte del quartiere anche il Rione Montegrappa e la Borgata Sant'Ilario.

Borgonuovo o Borgonovo- E’ un sobborgo di Monterotondo, prospicente la Stazione Ferroviaria.

Torre Mancina - È una zona agricola e verdeggiante posta a nord-est del comune. Praticamente disabitata, vi si accede attraverso vie private. È importante per la sede di un comprensorio di studi agro-zootecnici del CNR come l'istituto di geologia ambientale e geoingegneria, l'istituto di ricerca sulle acque, l'istituto sull'inquinamento atmosferico, l'istituto di metodologie inorganiche e dei plasmi, l'istituto di metodologie chimiche, l'istituto di studi sulle civiltà italiche e del mediterraneo antico e l'istituto di biologia cellulare.

Vi invitiamo a visitare Monterotondo per meglio capire l’importanza del vivere bene in una dimensione alla portata di tutti con i servizi di una città e a pochi minuti dalla Capitale.

Agenzia immobiliare a Monterotondo (RM)